lunedì 24 settembre 2012

La pioggia, la voglia, i guai

Sono state due settimane dure. Non dal punto di vista degli allenamenti (dove ho combinato ben poco). Ma dal punto di vista lavorativo. Inizio a pensare che una vita con un lavoro a tempo pieno - in più precario e complicato come il mio - sia quasi incompatibile con il triathlon. Soprattutto perché fare una programmazione di allenamento è qualcosa di mostruosamente difficile, ai limiti dell'impossibile.

Il subentrare di un po' di aria fredda e della pioggia, poi, non mi aiuta. Per cominciare a dimenticare queste due settimane, mi sono prefissato un programmino semplice, semplice per le prossime settimane: lunedì nuoto, martedì un po' di corsa, mercoledì nuoto, giovedì calcetto (con i colleghi, quindi obbligato), venerdì piscina, domenica corsa o bici. Ho deciso di trascurare un po' i pedali per due motivi: non mi piace andare sotto la pioggia e sulla tratta in bici mi sento abbastanza tranquillo.

Per quanto riguarda il nuoto e la corsa, invece, ci sono un paio di propositi/novità: iscriversi a un corso della Milanosport (adulti nuoto) una volta a settimana per imparare un po' di tecnica e iscriversi a una gara di corsa 10 km (avevo pensato alla Deejay Ten del 7 ottobre). Oggi poi ho comprato scarpe da corsa Asics gel A3 (che vedete in foto) e cardiofrequenzimetro, per iniziare l'allenamento aerobico in modo un po' più serio.

La testa c'è e non c'è, combatto tra problemi personali quotidiani e la voglia di allenarmi che non riesco a soddisfare. Ma resisto, resisterò. Lo giuro. Perché qui non si molla mai

2 commenti:

  1. mmmmmmmmh... per la Deejay Ten quasi quasi vengo anch'io... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh dai, sì! Appena mi iscrivo comunico il numero di pettorale, così magari ci becchiamo

      Elimina